Home Notizie CUBANO AGGREDISCE INVIATO DI STRISCIA E ACCOLTELLA AGENTE DI POLIZIA

CUBANO AGGREDISCE INVIATO DI STRISCIA E ACCOLTELLA AGENTE DI POLIZIA

0
Napoli, 14 gen. (askanews) - Ancora un'aggressione contro un inviato di Striscia la notizia: stavolta la brutta avventura è toccata a Edoardo Stoppa e alla sua troupe, nonché a un agente di polizia. Durante un servizio a Battipaglia, nel salernitano, sul presunto "killer dei gatti", sospettato di aver ucciso oltre 70 felini usando dei bocconi avvelenati, Stoppa è rimasto ferito insieme ad un agente di polizia. Il presunto animalicida non ha voluto rispondere alle domande di Striscia e ha chiamato la polizia: "Quando sono arrivati gli agenti di polizia - racconta Edoardo Stoppa - l'uomo è sceso di casa per attaccarci con un coltello di 25 centimetri". E prosegue: "Per fermarlo sono serviti 5 agenti e uno di loro è stato raggiunto da una coltellata". L'aggressore è stato arrestato e si trova in stato di fermo al commissariato di Battipaglia; l'agente, ferito a una mano, è stato accompagnato all'ospedale cittadino Subito è arrivata la solidarietà da parte del consigliere regionale dei Verdi della Campania, Francesco Emilio Borrelli, e il portavoce regionale del "Sole che ride", Vincenzo Peretti, attraverso una nota: "Esprimiamo solidarietà all'inviato di Striscia Edoardo Stoppa aggredito a Battipaglia durante la realizzazione di un servizio e all'agente di polizia che, per difenderlo, è stato ferito da una coltellata". "Condanniamo fermamente l'aggressione e stigmatizziamo il comportamento dell'aggressore, accusato tra l'altro di aver avvelenato circa settanta gatti. Purtroppo le violenze contro i giornalisti e gli operatori televisivi continuano anche nel 2019. Esprimiamo il nostro ringraziamento a chi ogni giorno prosegue in questo lavoro con coraggio e dedizione per garantire ai cittadini la migliore informazione possibile. Allo stesso modo ringraziamo le forze dell'ordine per la celerità dell'intervento in difesa di Stoppa e della sua troupe e auguriamo all'agente ferito di rimettersi quanto prima" conclude la nota.

Napoli, 14 gen. (askanews) – Ancora un’aggressione contro un inviato di Striscia la notizia: stavolta la brutta avventura è toccata a Edoardo Stoppa e alla sua troupe, nonché a un agente di polizia. Durante un servizio a Battipaglia, nel salernitano, sul presunto “killer dei gatti”, sospettato di aver ucciso oltre 70 felini usando dei bocconi avvelenati, Stoppa è rimasto ferito insieme ad un agente di polizia. Il presunto animalicida non ha voluto rispondere alle domande di Striscia e ha chiamato la polizia: “Quando sono arrivati gli agenti di polizia – racconta Edoardo Stoppa – l’uomo è sceso di casa per attaccarci con un coltello di 25 centimetri”. E prosegue: “Per fermarlo sono serviti 5 agenti e uno di loro è stato raggiunto da una coltellata”.

L’aggressore è stato arrestato e si trova in stato di fermo al commissariato di Battipaglia; l’agente, ferito a una mano, è stato accompagnato all’ospedale cittadino Subito è arrivata la solidarietà da parte del consigliere regionale dei Verdi della Campania, Francesco Emilio Borrelli, e il portavoce regionale del “Sole che ride”, Vincenzo Peretti, attraverso una nota: “Esprimiamo solidarietà all’inviato di Striscia Edoardo Stoppa aggredito a Battipaglia durante la realizzazione di un servizio e all’agente di polizia che, per difenderlo, è stato ferito da una coltellata”. “Condanniamo fermamente l’aggressione e stigmatizziamo il comportamento dell’aggressore, accusato tra l’altro di aver avvelenato circa settanta gatti. Purtroppo le violenze contro i giornalisti e gli operatori televisivi continuano anche nel 2019. Esprimiamo il nostro ringraziamento a chi ogni giorno prosegue in questo lavoro con coraggio e dedizione per garantire ai cittadini la migliore informazione possibile. Allo stesso modo ringraziamo le forze dell’ordine per la celerità dell’intervento in difesa di Stoppa e della sua troupe e auguriamo all’agente ferito di rimettersi quanto prima” conclude la nota.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here