Home Notizie DE FALCO: MIA ESPULSIONE ILLEGITTIMA

DE FALCO: MIA ESPULSIONE ILLEGITTIMA

0
WCENTER 0XNBBDOAJN Il Capitano Gregorio De Falco al porto dell'Isola del Giglio, 12 Gennaio 2013. ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI

DI LIBEROQUOTIDIANO.IT

“Una decisione illegittima che va contro l’articolo 49 della Costituzione”. Così Gregorio De Falco, senatore M5s, commenta a botta calda all’HuffinftonPost la decisione dei probiviri pentastellati di espellerlo dal Movimento insieme al collega De Bonis e due europarlamentari grillini. Le ripetute violazioni del codice etico di cui è accusato, spiega, sarebbero semplicemente la volontò di non votare leggi a scatola chiusa, come imposto dal capo Luigi Di Maio.

 

“Credevo che ci fosse uno spazio di democrazia che deve esserci in ogni partito politico, come afferma l’articolo 49 della Costituzione. E perché io non ho fatto alcun danno al Movimento”, rivendica il comandante, assai critico sul decreto sicurezza e sulla legge di bilancio. “Nessuno di noi in Senato aveva alcuna cognizione sul contenuto della manovra e dunque non potevo che astenermi”. De Falco parla di “deriva illiberale” e di scelta “gravemente sbagliata”. Non sa ancora se dovrà pagare una penale e se ci sarà spazio per fare ricorso, come minacciato invece da Elena Fattori, altra dissidente su cui pende ancora la spada di Damocle dei probiviri di Di Maio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here