Home Rassegna Stampa Pensioni, Tito Boeri contro Matteo Salvini: “Perché dopo la manovra l’Inps non...

Pensioni, Tito Boeri contro Matteo Salvini: “Perché dopo la manovra l’Inps non reggerà

0

DI LIBEROQUOTIDIANO.IT

20/12/18

“Un atto gravissimo”. Tito Boeri attacca ancora il governo sulle pensioni. Il presidente Inps, all’indomani del pacchetto della manovra che congela le assunzioni nella pubblica amministrazione fino al 15 novembre 2019 (risparmiare stimato per lo Stato: 100 milioni) va giù duro e all’agenzia Ansa spiega che si dovrà rimandare l’assunzione di 1.500 giovani per i quali è in corso un concorso, mentre 4.000 dipendenti dell’istituto potrebbero avere i nuovi requisiti per la pensione.

Leggi anche: Pensioni, “pestaggio di governo”. La manovra massacra gli assegni da 1.000 euro in su

Il Governo aveva parlato di staffetta tra giovani e anziani con assunzioni a fronte delle uscite per il pensionamento con Quota 100, spiega Boeri, ma “non ci sarò nessuna staffetta, quando i giovani potranno entrare potrebbero non esserci gli anziani per formarli”. Il rischio, ha ribadito a proposito della situazione dell’Inps, è che “non ci siano le forze” per sostenere reddito di cittadinanza e riforma delle pensioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here