Home Politica Rischiamo la fine della Grecia?

Rischiamo la fine della Grecia?

0

Fonte agi.it

Le cifre volute dal governo gialloverde nella Manovra preoccupano alcuni osservatori stranieri. Le previsioni di Economist e Politico. Garavaglia a Repubblica: “Siamo di fronte a una scommessa, che funziona se cresciamo più del previsto”. Di Maio: “Sono tranquillo, quel po’ di debito che facciamo in più lo ripagheremo nei prossimi anni con la crescita”.

Una foto, la stessa, campeggia sulle pagine dei principali giornali di tutto il mondo: quella di Luigi Di Maio che agita il pungo affacciandosi dal balcone di Palazzo Chigi, in segno di vittoria. Ma i commenti alle cifre del Def non sono gonfi di entusiasmo.

Quello che i grandi giornali vedono nel futuro dell’Italia è piuttosto un bivio, le cui alternative fanno – entrambi – scendere giù dalla schiena un brivido gelido. In poche parole: rischiamo di finire come la Grecia, secondo taluni, o l’Argentina, secondo altri.

Complice, secondo il Financial Times, l’atteggiamento di un Matteo Salvini che “ha dimostrato di voler dire cose diverse a seconda dell’interlocutore che ha di fronte” e di un Movimento Cinque Stelle che “ha dimostrato di non aver alcuna voglia di lasciare alla Lega il centro del palcoscenico” nei tempi che invece molti prevedevano.

Sintetizza non a caso l’Economist: “I populisti italiani hanno preso una china scivolosa che porterà il loro Paese verso l’abisso finanziario greco o argentino? Ci sono buone ragione per temerlo”. Studiare i precedenti diventa a questo punto molto istruttivo.

Conclusione del discorso (secondo l’Economist): “Una volta iniziato, un ciclone finanziario è qualcosa di molto difficile da riportare sotto controllo”. Ha dichiarato stamattina il viceministro leghista dell’Economia Massimo Garavaglia a Repubblica, definendo la manovra una “lucida follia”: “Siamo di fronte a una scommessa, che funziona se cresciamo più del previsto. L’obiettivo è non essere più ultimi in Europa, ma arrivare almeno a metà classifica”. Se andasse male, secondo Garavaglia, “vuol dire che questo Paese ha dei problemi molto seri”. Il leghista condanna le politiche dei precedenti governi e sostiene che “la ricetta precedente avrebbe portato il Paese a scatafascio. L’alternativa alla nostra sfida era una super-patrimoniale. Basta leggere il Def di chi ci ha preceduto: c’erano solo tasse in più”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here