Home Le Opinioni SI AL NUCLEARE

SI AL NUCLEARE

0

Sono stato sempre e da sempre favorevole,allo sfruttamento, di energia nucleare.

L’incidente di Fukushima ha messo in luce i rischi delle centrali atomiche. Ma il nucleare non vuole dire solo rischi, ma anche una grandi opportunità.

L’eterno problema dell’approvvigionamento energetico tornerà a ronzare nelle nostre teste. Un problema che ci trasciniamo da troppo tempo,oggi compriamo l’energia da: Svizzera, Francia Slovenia e Austria, non riuscendo a raggiungere una nostra indipendenza energetica il che é scandaloso perché se uno dei nostri partner energetici, volesse staccarci la luce,rimaremmo semplicemente al buio.

La pianificazione energetica di un Paese va decisa con razionalità.

tutti parlano dei rischi di questa scelta, ma proviamo un po’ ad esaminare i vantaggi:

  • petrolio e gas emettono anidride carbonica, inquinando l’ambiente. Inoltre hanno bisogno di una quantità incredibile di investimenti in infrastrutture di supporto, come condutture lunghe migliaia di chilometri, piattaforme e petroliere.
  • Le energie solare, eolica e geotermica sono tutte fornitori di secondo piano e non sono sperimentate su larga scala. Queste tecnologie sono adattabili solo a determinate zone, in funzione rispettivamente dell’illuminazione, della pressione atmosferica e dell’attività fisica del pianeta.
  • Un ipotetico impianto solare da 1000 megawatt richiederebbe 259 chilometri quadrati di estensione e circa un migliaio di volte il materiale necessario per costruire una centrale nucleare della stessa capacità.
  • Una libbra di uranio produce l’energia equivalente ottenuta con 35 barili di petrolio. Una tonnellata di uranio produce più energia di diversi milioni di tonnellate di carbone e petrolio, e i costi di trasporto del carburante sono notevolmente inferiori e c’è meno impatto sull’ambiente dalle attività estrattive rispetto a quelle richieste dagli idrocarburi.
  • L’energia nucleare è l’unica tecnologia collaudata in grado di fornire energia elettrica di base su larga scala, 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, indipendentemente dal tempo atmosferico, senza produrre emissioni di anidride carbonica.
  • Il gas naturale rappresenta l’80% del costo per produrre energia da una centrale elettrica, mentre l’uranio incide sul prezzo finale solo per il 5% -10%.

L’uranio è il combustibile del futuro, e l’energia nucleare è la soluzione al problema della domanda crescente su scala globale. Chi si dichiara contrario non è stato finora in grado di offrire alcuna alternativa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here